Navigazione veloce

Le finalità della scuola dell’infanzia

LE FINALITÀ DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Il sé e l’altro Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme.
Sviluppare il senso dell’identità personale, essere consapevoli delle proprie esigenze e sentimenti, saperli controllare ed esprimere in modo adeguato.
Essere consapevoli delle differenze e averne rispetto.
Giocare e lavorare in modo costruttivo e creativo con altri bambini.
Dialogare, discutere e progettare, confrontando ipotesi e procedure.
Il corpo in movimento Identità, autonomia, salute
Riconoscere i segnali del corpo, sapere cosa fa bene e cosa fa male, conoscere il proprio corpo, le differenze sessuali e conseguire pratiche corrette di cura di sé, igiene personale e di sana alimentazione.
Esercitare le proprie potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali, ritmiche ed espressive.
Conoscere le diverse parti del corpo e rappresentarlo in situazioni statiche e/o dinamiche. Raggiungere una buona autonomia personale nell’alimentarsi e nel vestirsi.
Linguaggi, creatività, espressione Gestualità, arte, musica, multimedialità (la fruizione di questi linguaggi educa al senso estetico, alla conoscenza di se stessi, degli altri e della realtà).
Comunicare ed esprimere emozioni, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente, attraverso le diverse forme di rappresentazione e drammatizzazione.
Esprimersi attraverso il disegno, la pittura e altre attività manipolative e saper utilizzare diverse tecniche espressive.
Esplorare i materiali ed utilizzarli con creatività.
Scoprire il linguaggio sonoro attraverso attività che utilizzano voce, corpo e oggetti.
Esplorare le possibilità offerte dalle tecnologie.
I discorsi e le parole Comunicazione, lingua, cultura
Sviluppare la padronanza d’uso della lingua italiana e arricchire il proprio lessico.
Raccontare, inventare, ascoltare e comprendere la narrazione e la lettura di storie, dialogare e discutere.
Sviluppare un repertorio linguistico adeguato alle esperienze e agli apprendimenti compiuti nei diversi campi d’esperienza.
Formulare ipotesi sulla lingua scritta e sperimentare le prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, anche utilizzando le tecnologie.
La conoscenza del mondo Ordine, misura, spazio, tempo, natura
Raggruppare e ordinare secondo criteri diversi, confrontare e valutare quantità; utilizzare semplici simboli per registrare; compiere misurazioni mediante semplici strumenti.
Collocare correttamente nello spazio il proprio corpo, oggetti, persone; seguire correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali.
Orientarsi nel tempo della vita quotidiana.
Osservare i fenomeni naturali e gli organismi viventi sulla base di criteri o ipotesi, con attenzione e sistematicità.
Essere curioso, esplorativo, porre domande, discutere, confrontare ipotesi, spiegazioni soluzioni e azioni.
Religione Cattolica Gli obiettivi dell’Insegnamento di Religione Cattolica si inseriscono nel quadro delle finalità proprie della scuola dell’infanzia, quindi lo sviluppo armonico della personalità del bambino/a. E’ una materia facoltativa, pertanto le famiglie hanno la massima libertà di far aderire o meno i loro figli; è svolta rispettando la laicità dello Stato e le scelte religiose della famiglia. Trasmette i valori e i contenuti del Cristianesimo che fanno parte anche della convivenza civile: pace, amore, amicizia, rispetto, partendo dai contenuti biblici ed evangelici della vita e delle opere di Gesù e di personaggi importanti della
Cristianità.
Attività Alternativa Per gli alunni che scelgono di non avvalersi dell’insegnamento di Religione Cattolica, la scuola programma attività didattiche su materie attinenti i valori fondamentali della vita e della convivenza civile .All’inizio dell’anno scolastico, la Dirigente Scolastica informerà i genitori sulle attività.